Sara (pulce) wrote in gamesforum,
Sara
pulce
gamesforum

  • Mood:

Oplà! Ci sono anch'io.

Prenderò esempio da paradisecrystal, creatrice della community, e dirò due parole sul mio ingresso nel magico mondo dei videogiochi. Tutto è cominciato quando avevo circa 9 anni, e vidi per la prima volta il mio babbino armeggiare con una strana bestia denominata Commodore 64. Era un po' un macello perché per usarlo bisognava attaccarlo al televisore, ma appena vidi un meraviglioso programma di matematica educativa, che faceva le operazioni con le caramelle se sbagliavi più di 2 volte... me ne innamorai. Fu così che iniziai a giocare con simpatici programmini in Basic, ero particolarmente catturata da una roba che mischiava parole ottenendo frasi random per me divertentissime (tipo "Lady Windermere viene cucinata alla griglia dal cane di zio Simon"), e da Conan, il mio primo gioco di ruolo. Oddio chiamarlo gioco di ruolo è una parola grossa... potevi scegliere tra tre personaggi, un guerriero una maga e un ladro, e affrontare varie avventure, naturalmente completamente testuali (il massimo della destrezza grafica era un castelletto marron stilizzato con i quadratini). Ma io passavo ore con questa roba. E naturalmente, dato che non avevo chissà quali impegni mondani, ho preso il coraggio a due mani e ho studiato il basic dai manuali di mio babbo. Oddio, non sono mai diventata un'esperta, però un po' ne capivo.

In seguito, in una data imprecisata nel mio quinto anno di elementari, è entrato in casa mia il personal computer vero e proprio, quello che adesso sarebbe un simpatico catorcio. Meno di un 286, con 5 Mb di hard disk e il monitor in bianco e nero. Però potevo scrivere diari e cose sceme con l'arcaico Windows, e soprattutto... buttare interi pomeriggi giocando al primo, glorioso Prince of Persia. Il tempo è passato, il catorcio e il suo sistema operativo si sono evoluti, ho imparato un po' di linguaggio dos (giusto le cose fondamentali, ma comunque roba che farebbe sclerare diversi miei conoscenti che non si sono mai avventurati oltre Windows 95)... ho conosciuto il secondo episodio di Prince of Persia, e sono entrata nel mondo delle avventure grafiche (intramontabili Zack McKraken, i due Monkey Island e Day of the Tentacle), nonché dei giochi di ruolo veri e propri, con i due Ultima Underworld. Trafficando con una quantità tale di giochi, ho anche imparato un bel po' d'inglese.

Poi... siamo entrati nell'epoca di Windows 95, con i suoi meravigliosi crash e conflitti di memoria immotivati. Ma poco prima avevo conosciuto quello che a tutt'oggi rimane il mio videogioco preferito: Ultima 7 (in particolare la seconda parte)... e per fortuna su Win95 funzionava ancora. Il tempo è passato, e se non fosse per questi signori qua, questo gioco meraviglioso non potrebbe funzionare sui computer moderni. Ho conosciuto molti altri giochi, anche lavorando per loro, e mi sembra il caso di citarne alcuni degli ultimi anni:

- The Sims e varianti. E' un gioco divertentissimo e tende a dare dipendenza, come forse paradisecrystal può confermare :)
- Daggerfall. E' un gdr, secondo capitolo della serie di Elder Scrolls, uscito se non ricordo male nel 96. E' gonfio di errori e bug frustranti, però è terribilmente divertente.
- Morrowind. E' il seguito di Daggerfall, uscito nel 2002. E' di una bellezza grafica sconvolgente e bello da sentire. Non ha gli errori del precedente, è intuitivo soprattutto con la patch, è molto molto coinvolgente e garantisce al giocatore completa libertà. In una parola sola: giocateci.
  • Post a new comment

    Error

    Comments allowed for members only

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic
  • 5 comments